Loading...
Acqua

Acqua di rubinetto… Sicura e controllata? -2-

Acqua di rubinetto: possiamo fidarci?

 

Cito dall’articolo
http://www.polesine24.it/…/controllata-sicura-e-buona-da-b…/

“Ma cosa significa acqua di qualità? La qualità dell’acqua è stabilita dalla legge ed è legata al rispetto di una serie parametri che la rendono potabile ed adeguata al consumo umano.”

Il problema è esattamente questo. La legge prevede il controllo di alcuni parametri, ma in realtà le sostanze da monitorare sono molte di più. E non solo: una volta trovata una sostanza inquinante in eccesso, l’unica strada percorribile è quella di aumentare, “in deroga”, i limiti consentiti…

In realtà NON SI PUÒ FARE NIENTE per evitare di avere al rubinetto acqua che contiene sostanze tossiche, dal momento che da decenni tutto lo sviluppo industriale e agricolo si è basato sull’uso massiccio e indiscriminato di tali sostanze.

Cito ancora:
“acquevenete mette a disposizione degli utenti un vero e proprio confronto con le etichette delle acque in bottiglia, disponibile al sito web www.acquevenete.it alla voce “La tua acqua buona e sicura”.”

Molto bene. E allora andiamo a vedere cosa dice il sito di Acquevenete.

http://www.acquevenete.it/it_IT/la-tua-acqua-buona-e-sicura

Il confronto delle etichette riguarda semplicemente la presenza di sali minerali, senza prendere in considerazione nessun inquinante. Vedi immagine sottostante.

Gli unici inquinanti presi in considerazione sono i PFAS, perchè sono quelli “di moda” adesso… Quelli che sono stati già trovati in numerose acque di rete.

E TUTTI GLI ALTRI…???

QUESTO SIGNIFICA FARE DELLE ANALISI E RASSICURARE L’UTENZA SULLA QUALITÀ DELLE ACQUE???

A voi il giudizio…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati:

Industrializzazione selvaggia e veleni -2-

Inquinamento e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *